Cremona Kinetic | Centro di rieducazione motoria

Ecco cosa significa avere il diaframma contratto

Vota questo articolo
(4 Voti)
Scritto da

Il diaframma è una struttura muscolo-tendinea a forma di cupola che separa il torace dall’addome.

È composto da una parte tendinea centrale e da una porzione muscolare più periferica.

Ha connessioni anatomiche di tipo neurologico, vascolare, viscerale, muscolare e scheletricoIl diaframma ha la funzione di muscolo respiratorio principale e, con il suo movimento a pistone durante l’inspirazione e l’espirazione, aumenta e diminuisce la pressione addominale.

Gioca inoltre un ruolo importante nella postura, nella funzione degli organi interni e nell’equilibrio pressorio insieme al diaframma pelvico.

La disfunzione diaframmatica può essere dovuta a patologie che interferiscono con l’innervazione del muscolo (nervo frenico, radici di C3-C5), con la contrattilità muscolare e altre condizioni muscoloscheletriche come scoliosi, disturbi della postura, dolore alla colonna e alterazione della meccanica costale.
Tale disfunzione si associa alla presenza di sintomi respiratori come dispnea, difficoltà a tollerare l’esercizio fisico o disturbi del sonno, per citare alcuni esempi.
In assenza di patologie, la funzione diaframmatica rimane comunque vulnerabile nel caso in cui la respirazione non venga eseguita correttamente, ovvero non coinvolgendo l’intero torace e il diaframma stesso durante l’atto respiratorio. Questo porta ad una respirazione meno economica che può riflettersi negativamente nella vita quotidiana e nell’esercizio fisico, sotto forma di una limitazione funzionale.
Questo tipo di gestione della respirazione viene spesso insegnato in discipline come la ginnastica dolce o la ginnastica posturale, lo yoga, il pilates, ed è utilissimo anche nell’esercizio cardio e con i pesi.
Il trattamento osteopatico spesso ricorre a tecniche manuali volte al miglioramento della funzione diaframmatica e delle strutture connesse per gestire problemi legati a tensioni addominali (reflusso, difficoltà di motilità intestinale), a dolori muscolo-scheletrici della colonna o stati d’ansia in cui la meccanica diaframmatica non risulta ottimale.

Contatti

  1. A cosa sei interessato?(*)
    Scegli a cosa sei interessato, grazie.
  2. Nome e Cognome(*)
    Inserisci il tuo Nome e Cognome, grazie.
  3. Telefono(*)
    Inserisci il tuo numero di telefono, grazie.
  4. Email(*)
    Inserisci la tua email, grazie.
  5. Messaggio
    Input non valido
  6. (*)
    Devi accettare il trattamento dei dati personali, grazie.